rapporto con il cane

Come instaurare un rapporto con il cane

Spesso ci si chiede quale sia il modo migliore per instaurare un rapporto con il cane. Come ogni relazione, alla base c’è sempre il rispetto. Rispettare qualcuno significa riconoscergli un diritto, trattarlo con considerazione e riguardo, vuol dire salvaguardare la dignità altrui.

In questo articolo parliamo di cosa significa avere una relazione con il cane, quali sono gli elementi chiave perché sia soddisfacente e quali sono gli errori più comuni che possono inficiare il nostro rapporto con l’animale. Ne parliamo in un’intervista a Roberto Marchesini.

di cosa parleremo

Quando un cane entra in famiglia, inizia il nostro rapporto relazionale con lui. Una relazione che dura nel tempo e che può dare molte soddisfazioni se basata su valori solidi. Oppure essere fonte di stress e disagio se basata su presupposti errati.

E se parliamo di relazione non possiamo non parlare anche di rispetto.

Nella relazione dell’uomo con il cane, quando si parla di rispetto di solito si pensa a quello che il cane stesso deve mostrare nei nostri confronti. Rispetto verso la nostra autorità in qualità di capo branco, nell’esigere ubbidienza, sottomissione, affettività.

Quello di cui non si parla spesso è che nella relazione tra uomo e animale, il rispetto deve esserci anche da parte dell’uomo verso il cane.

Un soddisfacente rapporto con il cane si basa anche su questo. Vuol dire avere rispetto per la sua identità canina, con le sue caratteristiche fisiologiche, comportamentali e i suoi bisogni etologici.

Il rapporto con il cane nella società odierna

Il modo in cui nella società di oggi siamo abituati a relazionarci con il cane è molto diverso dal passato. Oggi si tende sempre più spesso ad umanizzare gli animali proiettando su di loro delle aspettative di relazione e comunicazione che non tengono conto della loro natura specifica e della loro autenticità come animali.

cose da non fare con un cane

Forse in modo del tutto ingenuo pensiamo così facendo di elevare la natura del cane assegnandogli un posto diverso nella nostra famiglia.

Ma quali sono in realtà gli effetti che questo tipo di relazione con il cane può avere sul cane stesso?

Ne parliamo con il Dottor Roberto Marchesini, etologo e uno dei massimi esponenti mondiali di zooantropologia, la scienza che studia la relazione tra l’essere umano e le altre specie.

Ascolta la sua risposta nella puntata 4

 

Il cane non è un’entità liquida quindi, a cui dare una forma in base alle nostre aspettative. Considerarlo un oggetto di abbellimento o umanizzarlo, lo depaupera della sua identità, dice Roberto.

L’identità del cane è fatta di attitudini, differenze caratteriali, propensioni e comportamenti molto diversi tra di loro. Si basa su un’eredità genetica e una personalità specifiche. Questa sua identità non va sottovalutata quando si decide di adottare un cane.

E allora come si fa a sapere che tipo di cane adottare?

Quale cane scegliere per stabilire un legame?

Nell’intervista, il dott. Marchesini rivolge una domanda molto interessante che tutti coloro che stanno per adottare un cane dovrebbero farsi:

“io sono adatto a questo cane? sono capace di rispondere alle sue esigenze?”

È un messaggio forte e molto importante, dal momento che la nostra convivenza con il cane durerà per molto tempo.

Chiedersi se siamo noi le persone più adatte ad adottare quel cane e non il contrario cambia tutte le prospettive. Significa rispettare la sua identità e assecondare le sue caratteristiche individuali e i suoi bisogni, e non viceversa.

legame uomo cane

Significa tenere conto della sua filogenesi, cioè della sua eredità genetica del cane, e della sua ontogenesi e quindi tutto il suo bagaglio esperienziale appreso nella sua vita.

La relazione con il cane è un incontro reciproco in cui ognuno ha il proprio posto affinché tutto funzioni. 

Adottare con consapevolezza implica tante cose. Ma per instaurare un rapporto con il cane, conoscere e rispettare la sua identità è il punto di partenza per una relazione soddisfacente, sia che si tratti di un cane di razza che di un cane adottato in un canile.

Come si fa dunque a capire per quale cane si è più adatti? Un consulto preventivo con un veterinario specializzato o con lo staff di un canile, può esserti di aiuto nel fare la scelta migliore per te e soprattutto per il cane.

Ospite della puntata Dott. Roberto Marchesini, etologo e zooantropologo.

Gli episodi più ascoltati

Ascolta gli altri episodi

Scegli la tua applicazione preferita per ascoltare tutti gli episodi e clicca su iscriviti per restare aggiornato.

community social

Entra nella community

Seguici sui nostri social e scopri tutte le curiosità che non troverai nel podcast.

Hai una domanda per i nostri esperti?